Intervista ad Angelo dell’azienda Agrirape

Intervista ad Angelo dell’azienda Agrirape
Nel cuore della Sicilia, a Leonforte, l’azienda agricola Agrirape coltiva e trasforma in deliziose confetture, frutta sciroppata e succhi la pregiata pesca tardiva di Leonforte, il risultato di una coltivazione faticosa e paziente. Scopriamo la sua storia!

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Oggi ci troviamo a Leonforte, piccolo paesino dell’entroterra ennese, in compagnia di Angelo dell’Azienda Agricola Agrirape, che si dedica alla coltivazione dei frutti tipici di questo territorio, come la pesca tardiva di Leonforte. Scopriamo insieme a lui nascono i nettari di frutta, le confetture e la frutta sciroppata firmata Agrirape.

1 – Buongiorno Angelo. Come nasce l’azienda agricola Agrirape e come ti sei avvicinato a questo mestiere?

L’azienda è nata negli anni ’70 con mio padre, Giuseppe. Però fino alla fine degli anni ’90, l’azienda era una tipica azienda cerealicola che produceva essenzialmente grano, intervallato da leguminose e le pesche di Leonforte. Dagli inizi del nuovo millennio, ho iniziato ad occuparmi in prima persona dell’azienda e abbiamo iniziato a diversificare e ad innovare la produzione, i processi produttivi e il nostro mercato. Abbiamo iniziato a trasformare i nostri prodotti e allargato la gamma.

agrirape-01

2 – I prodotti di Agrirape rappresentano la cultura gastronomica tipica del territorio di Leonforte: ci spieghi meglio in che cosa consiste questo legame fra i prodotti e il territorio di provenienza?

Noi ci occupiamo solo di produzione di prodotti che hanno un fortissimo legame col territorio, prodotti unici che vengono fatti solo qui, come ad esempio la lenticchia nera o la fava larga di Leonforte, varietà autoctone tipiche e antichissime, che hanno rischiato l’estinzione ma che oggi abbiamo riscoperto e riscuotono un grande successo commerciale per le loro caratteristiche organolettiche. Oppure la pesca di Leonforte, un vero gioiello dell’agricoltura siciliana, ma anche le nostre albicocche, gli agrumi, i fichi d’india, le pere coscia, ecc.: sono tutti prodotti accomunati dal fatto che nel nostro territorio assumono caratteristiche uniche.

agrirape-02

3 – Curiosa risulta la tecnica di coltivazione della pesca tardiva, in particolare: ti va di spiegarci i passaggi relativi alla vostra filosofia produttiva?

Certamente! Si tratta di una varietà autoctona, tardiva perché matura tra Settembre e Ottobre, quando ormai le pesche italiane non ci sono più da un po’. Il suo sapore e l’aroma la rendono veramente unica. Ma la pesca tardiva viene anche chiamata “pesca nel sacchetto”, in quanto circa 4-5 mesi prima della raccolta i piccoli frutticini vengono avvolti all’interno di un particolare sacchetto che le protegge dagli attacchi degli insetti e in particolare della temibile mosca della frutta. Quindi i frutti crescono e maturano per 5 mesi sull’albero all’interno di questi speciali sacchetti. Questo processo, anche se molto oneroso economicamente, ci permette di non fare nessun trattamento chimico contro gli insetti e quindi di avere un prodotto genuino e senza residui.

agrirape-03

I NOSTRI PRODOTTI

La Bottega gastronomica dei piccoli produttori italiani

  • Confettura extra di Pesche Gialle di Leonforte 280g

    Confettura extra di Pesch

    5,20 €

  • Confettura Extra di Pesche Bianche di Leonforte 280g

    Confettura Extra di Pesch

    5,80 €

  • Confettura Extra di Pesche Bianche di Leonforte 360g

    Confettura Extra di Pesch

    6,20 €

  • Confettura Extra di Albicocche di Leonforte 280g

    Confettura Extra di Albic

    5,40 €

  • Confettura Extra di Pera Coscia 360g

    Confettura Extra di Pera

    5,20 €

  • Confettura Extra di Fico d'India

    Confettura Extra di Fico

    5,40 €

  • Pesche Sciroppate con Menta

    Pesche Sciroppate con Men

    5,20 €

4 – Quanto pensi sia importante per le piccole e medie imprese dell’agroalimentare italiano utilizzare piattaforme di vendita online come Lorenzo Vinci per poter comunicare e proporre al meglio i propri prodotti?

Credo che sia molto importante, in quanto queste piattaforme possono amplificare la visibilità di alcune aziende e prodotti eccezionali, ma spesso poco conosciuti perché troppo “di nicchia”. Non c’è dubbio che per essere “vincenti” e competitivi bisogna fare un grande lavoro di squadra!

agrirape-04

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Commenti
Articoli correlati