Bondiola de la Senza o ferrarese: il salume della longevità

Bondiola de la Senza o ferrarese: il salume della longevità
Un gusto intenso, simile al cotechino per un insaccato tipico delle festività e dalla lunga storia.

[vc_row][vc_column][vc_column_text]

Che cos’è la Bondiola de la Senza

La “bondiola de la Senza “ o ferrarese è un insaccato cotto (non stagionato) prodotto con carne di suino ed è una specialità tipica della zona del ferrarese ma diffusa anche in alcune province del Veneto.

La bondiola de la Senza è prodotta principalmente con la testa del maiale che viene aromatizzata con vino rosso, aglio e sale, cotta per circa 2 ore e successivamente mischiata a polpa magra macinata, inserita nella vescica del maiale e lasciata a stagionare. A questa preparazione, già di per sé sufficiente a rendere la bondiola un insaccato dal gusto forte e deciso, alcuni produttori aggiungono delle spezie, come chiodi di garofano e cannella, per rendere questo prodotto ancora più delizioso.

bondiola-02

Consumo della bondiola

La bondiola tradizionalmente viene consumata 40 giorni dopo la Pasqua ma, essendo un insaccato molto simile al cotechino, può essere una gustosa variante di un piatto tipico del periodo natalizio e molto consumato a capodanno.
L’ideale sarebbe tagliare la bondiola a fette e servirla con un purè di patate.

bondiola-03

La sagra della bondiola

La bondiola è un prodotto tipico di una piccola città del ferrarese: Poggio Renatico dove da alcuni anni si celebra la Sagra della Bondiola, un salume antico preparato ancora oggi con una tecnica tradizionale: avvolto da un telo e fissato con un legnetto durante la cottura di modo che la bondiola non tocchi mai la pentola in cui è inserito.

Un prodotto gustoso e tradizionale che si dice favorisca alla longevità!

bondiola-01

Ricetta con la bondiola de la Senza con le lenticchie

Ingredienti

  • 1 kg di Bondiola
  • 300 g lenticchie
  • 1 carota
  • ½ cipolla
  • Brodo Vegetale

 

Procedimento

1- Per prima cosa è necessario tagliare sia la cipolla che la carota e soffriggerle in un tegame con un filo d’olio.

2- Una volta che il trito sarà dorato aggiungete le lenticchie già lavate e fate cuocere a fuoco medio tenendo il coperchio un po’ alzato per far uscire il vapore.

3- Aggiungete il brodo vegetale caldo per evitare che le lenticchie si asciughino.

4- Prendete la bondiola e bucatela con degli stuzzichini di modo da permettere all’interno di cuocere, immergetela in acqua fredda e lasciatela riposare per un’ora.

5- A questo punto cuocete la bondiola a fuoco basso per circa 2 ore.

6- Scolate e servite a fette la bondiola accompagnata dalle lenticchie.

[Photo Credits: © www.kittyskitchen.it; © www.tamburini.com; © Walter Bandanelli su Pinterest; © www.viaggiareunostiledivita.it]

 

Le migliori ricette della bondiola selezionate da noi:

Bondiola in crosta di Kitty’s kitchen[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Commenti
Articoli correlati