Ciambella con farina di pistacchi, pere e gocce di cioccolato

Ciambella con farina di pistacchi, pere e gocce di cioccolato
Che cos'è il lattosio e dove si trova? Ecco a voi tutte le informazioni e una ricetta semplice senza latte, burro e glutine.

[vc_row css=”.vc_custom_1447258381165{padding-top: 10px !important;padding-right: 10px !important;padding-bottom: 10px !important;padding-left: 10px !important;background-color: #ee7103 !important;}”][vc_column width=”1/3″][vc_column_text el_class=”ricetta”] Porzioni: uno stampo da ciambella di medie dimensioni[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/3″][vc_column_text el_class=”ricetta”] Difficoltà: facile[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/3″][vc_column_text el_class=”ricetta”] Totale: 1 ora circa[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css=”.vc_custom_1447258267998{padding-top: 10px !important;padding-right: 10px !important;padding-bottom: 10px !important;padding-left: 10px !important;background-color: #f2f2f2 !important;}”][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]

INGREDIENTI:

  • 230gr. di farina di riso
  • 130gr. di pistacchi non salati sgusciati
  • 120gr. di zucchero di canna
  • 4 uova
  • 60gr. di olio di riso
  • 30gr. di acqua
  • 50gr. di gocce di cioccolato
  • 1 pera
  • 1 limone spremuto
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • Olio di riso q.b.
  • Zucchero a velo q.b.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]Proviamo a realizzare una soffice ciambella ideale per la colazione e priva sia di lattosio che di latte (e glutine).

Procedimento:

1 – Sgusciate i pistacchi e tritateli grossolanamente, non c’è problema se una parte risulta ridotta in farina mentre un’altra in granella.

2 – Quando saranno pronti metteteli in una terrina, aggiungete farina di riso e zucchero, dopodiché mescolate il tutto in modo da non distinguere in modo ben definito i tre ingredienti.

3 – A questo punto incorporate un uovo alla volta, l’olio di riso, l’acqua, la bustina di lievito ed il succo di limone.

4 – Lavorate l’impasto fino a renderlo omogeneo e senza grumi, dopodiché aggiungete anche le gocce di cioccolato.

5 – Sbucciate e tagliate la pera a fettine sottili.

6 – Oleate uno stampo per ciambella e disponete le fettine di pere sul fondo, in modo che una volta pronta quando la capovolgerete, le stesse rimarranno in superficie.

7 – Una volta foderata la base con le fette di pera riempite lo stampo con il composto precedentemente preparato.

8 – Cuocete a 180°C per 45 minuti, dopodiché lasciate raffreddare prima di estrarre dallo stampo.

9 – Prima di servire spolverizzate la superficie con zucchero a velo.

Ciambella-senza-burro-e-latte-01

Ciambella-senza-burro-e-latte-2

L’intolleranza al lattosio

L‘intolleranza al lattosio è di certo una delle più diffuse e spesso si manifesta anche nei soggetti celiaci.

Questa problematica si presenta in caso di deficienza dell’enzima lattasi, il quale ha il compito di scindere, nel processo digestivo, il lattosio, ovvero lo zucchero contenente nel latte, in due zuccheri semplici: il glucosio ed il galattosio. In caso di mancanza totale o parziale di questo enzima il fisico non digerisce il lattosio, che rimane nell’intestino provocando disturbi legati appunto alla mancata digestione dello stesso; gonfiore, dissenteria, dolori addominali, stitichezza, meteorismo, nausee, mal di testa, stanchezza ingiustificata ed eruzioni cutanee possono essere sintomi legati a questo deficit.

Quali prodotti evitare

Il lattosio è contenuto in quasi tutti i prodotti derivati dal latte, quindi, oltre allo stesso, indipendentemente che questo sia vaccino, di capra, pecora, asina e bufala, lo troviamo anche negli yogurt, nei formaggi freschi, nel burro, nella panna e talvolta negli insaccati. Rimane sottinteso inoltre che anche tutti i prodotti semilavorati realizzati con l’ausilio di questi alimenti lo contengono, pertanto bisogna prestare attenzione ad esempio anche a biscotti, torte, gelati, cioccolato, creme, hamburger, pane, pasta ripiena, etc.

Esistono però alcune eccezioni di prodotti derivati dal latte ma che non contengono lattosio, ad esempio burro chiarificato, parmigiano reggiano e grana padano (stagionati 36 mesi), Emmental, groviera ed altri formaggi stagionati ne sono privi. Esistono inoltre in commercio sempre con più facilità di reperimento anche latte, burro, yogurt, panna, creme, mozzarelle, ricotta ed altri formaggi spalmabili delattosati, ovvero che a seguito di un processo viene eliminato il lattosio presente nel latte rendendolo quindi adatto anche ai soggetti intolleranti.

Bisogna però tener presente una differenza, infatti oltre agli intolleranti al lattosio, troviamo anche quelli che hanno problemi con il latte ed in questo caso la gamma di prodotti da evitare risulta molto più ampia. Chi infatti non può assumere latte deve evitare anche tutti i prodotti che hanno subito un processo di delattosazione ed i formaggi stagionati.

grana-padano-10

Come sostituire il latte nelle ricette?

In tutto ciò viene perciò automatico domandarsi come sia possibile sostituire il latte nelle nostre ricette. Le alternative al latte sono molteplici, a parte i prodotti senza lattosio (adatti solo agli intolleranti al lattosio, ma non a quelli al latte) possiamo utilizzare ad esempio l’ampia gamma di latte vegetale disponibile e facilmente reperibili (latte di soia, riso, mandorla, nocciola, cocco, quinoa), al posto della classica panna possiamo utilizzare quella di riso e soia, ma, seppur più difficilmente reperibili, troviamo anche quello di miglio e cocco. Come sostituti del burro possiamo invece utilizzare l’olio, magari nei dolci evitando quello extra vergine d’oliva o quello d’oliva perché troppo forti, optando invece per quello di riso, quelli di semi o quello di vinacciolo. Infine alcuni sostituiscono il burro con la polpa di avocado, di frutta frullata oppure con la crema ottenuta dalla frutta secca frullata come ad esempio mandorle o nocciole può essere ottima.

visita il suo blog: Monica’s Kitchen

Lorenzo Vinci
[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Commenti
Articoli correlati