Come risparmiare spazio in frigorifero

Come risparmiare spazio in frigorifero

3/5

Ogni volta che aprite il vostro frigorifero avete paura che una valanga vi travolga? O siete obbligati a giocare a Tetris pur di infilarvi tutto dentro? Ecco come fare per risparmiare spazio in frigorifero.

Con il caldo di questi giorni verrebbe voglia di mettere in frigorifero o in congelatore qualsiasi cosa, anche noi stessi…ma spesso lo spazio scarseggia. Ecco tre semplici trucchetti per risparmiare spazio in frigorifero.

Organizzare gli spazi

Come in tutti gli ambienti, l’ordine fa la differenza. Esistono in commercio tanti diversi vani e contenitori salva-spazio utili per sfruttare gli spazi del frigorifero al massimo. È bene, inoltre, riporre gli alimenti in scadenza davanti a tutti gli altri.

Tirare fuori dal frigorifero tutto ciò che non dovrebbe essere lì

Potrebbe sembrare un suggerimento bizzarro, ma vedrete che non è così. Infatti, tanti alimenti che poniamo in frigorifero senza neanche pensarci non hanno bisogno del fresco per mantenersi più a lungo e, per alcuni di essi, l’ambiente refrigerato potrebbe addirittura modificarne le proprietà organolettiche. Ecco un breve elenco:

 


 

uova: su questo alimento è in atto una vera e propria diatriba. Voi lo tenete in frigo o no? Sinceramente io l’ho sempre tenuto in frigorifero ma questo non è il posto più adatto. Recenti studi hanno provato che le uova in frigorifero si deteriorano più facilmente e modificano il loro sapore (a causa dei tanti pori posti sul guscio che permettono agli agenti esterni di entrare). Inoltre è bene tenere presente che, se conservate in frigo, una volta tirate fuori vanno consumate massimo dopo due ore. Questo perché con lo shock termico alle quali sono sottoposte si crea una patina di condensa all’esterno e questo favorisce fortemente lo sviluppo di batteri. Allora perché si tengono in frigo? Perché nell’accezione comune sono un alimento “fresco” ma, se conservate in un posto areato, lontane da fonti di calore e al di sotto dei 25/30 gradi, si conservano anche per due settimane. Il modo migliore per conservare le uova, e recuperare spazio in frigorifero, è di riporle in un cestello (magari in vimini) ed appenderlo in un posto areato. Se invece siete al supermercato prediligete quelle conservate nel cartone. Secondo recenti studi questo materiale, naturale, è quello che maggiormente mantiene la freschezza ed evita lo sviluppo di batteri.

 

 

radici (carote, patate, aglio, cipolla etc.): nate nella terra, sia le patate che le carote non hanno alcun bisogno di essere conservate in frigorifero. Per quanto riguarda le carote o i porri (ad esempio), se posti in un bicchiere o in una brocca con dell’acqua mantengono ancora di più la loro freschezza (proprio come se fossero fiori appena colti).

 

 

spezie: il miglior modo per conservare le spezie (che altro non sono che sostanze aromatiche di origine vegetale essiccate) di certo non è il frigorifero (dove si crea inevitabilmente umidità) ma una mensola o un mobiletto chiuso. Infatti, le spezie perdono il loro sapore se esposte a fonti luminose.

 

 

salame: se lo si ripone in frigorifero si blocca la stagionatura e ne si altera il naturale sapore. Il miglior modo per conservarlo è appenderlo a testa in giù.

 

 

– formaggio: facendo eccezione per i latticini freschi, il formaggio non va tenuto in frigorifero. Infatti, è risaputo, il frigorifero lo fa ammuffire molto velocemente. Il modo migliore per conservare il formaggio stagionato è in una cantina o in uno sgabuzzino areato e buio. Se la temperatura supera i 30 gradi lo si può riporre in frigorifero ma è bene riporlo in un panno asciutto.

 

 

frutta e verdura di stagione: fonti di vitamine, sali minerali e acqua frutta e verdura di stagione andrebbero mantenute fuori dal frigo e consumate pochi giorni dopo l’acquisto. Se li si mette in frigorifero si impedisce la naturale maturazione del prodotto. L’unica frutta che andrebbe mantenuta in frigo è quella tagliata e non finita perché più soggetta agli agenti esterni.

 

caffè: alcuni sostengono che il caffè in frigo mantenga maggiormente il suo aroma. È vero il contrario. Così come il guscio dell’uovo, il caffè trattiene gli odori quindi in un ambiente chiuso come il frigorifero finirebbe per assorbire gli aromi degli altri alimenti. Quindi se lo riponete puntualmente accanto all’aglio, ai peperoni o al formaggio… la prossima volta pensateci due volte!

Bottiglie

Oltre ai vani posti solitamente sulla parete apribile del frigorifero, esistono oggi ottimi metodi per appendere le bottiglie al soffitto (o con supporti metallici su cui appoggiarle orizzontalmente, oppure con supporti calamitati per le bottiglie di vetro con i tappi in metallo).

 

Ti piace cucinare? Scopri il club di Lorenzo Vinci!

 

Commenti
Articoli correlati