Le frittelle di riso per la Festa del Papà

Le frittelle di riso per la Festa del Papà
Anni '60. Siena, Piazza del Campo, i bambini che accorrono alla bancarella delle frittelline di riso...

Porzioni: 4

Difficoltà: Facile

Totale: 1 ora circa

INGREDIENTI:

  • 1 litro di latte
  • 150 grammi di riso carnaroli
  • un pizzico di sale
  • scorza di mezzo arancia grattugiata
  • 3 uova intere
  • 500 grammi di zucchero
  • una bustina di Lievito vanigliato per dolci
  • due pugni di farina 0
  • Olio di Oliva per frittura e zucchero bianco per decorare

di Gemma Bechini di Gemma, l’archeologa tra i fornelli per Lorenzo Vinci

Anni ’60, Siena, Piazza del Campo. Le giornate che cominciano ad illuminarsi di una luce radiosa e leggera che anticipa l’estate sono la cornice perfetta per raccontare questi prelibati bocconcini dolci, veri e propri scrigni di gusto e di memorie.

Il 19 marzo, per la festa di San Giuseppe, piazza del Campo si riempiva di bancarelle dove i frittellai preparavano le frittelle di riso, un dolce poverissimo ma di cui ragazzi della città in festa erano ghiottissimi. Tutti i bambini correvano come furie in direzione della Piazza per fare vere e proprie scorpacciate di frittelle, portando con sé i tradizionali carretti di pigne che ogni contrada realizzava proprio in occasione della celebrazione. In quel giorno, tra le strade ed i vicoli medievali della città, tra schiamazzi, risate e rumore fragoroso di carretti, si spandeva un profumo delizioso, un aroma dolcissimo che dalla Piazza saliva su verso le alte ed austere finestre della Torre del Mangia. La vecchia Siena e la sua tradizione rivive ancora oggi nel gusto rotondo e tentatore delle sue frittelline zuccherate.

frittelle-riso-copertina-02

Frittelle di riso: procedimento

1- In mezzo litro di latte si cuoce il riso, aggiungendo un pizzico di sale.

2- Il riso deve disfarsi per lunga cottura perciò se il latte non dovesse essere sufficiente si allunga con un pochina di acqua oppure con altro latte.

3- Quando il riso è ben cotto e denso, si versa in un recipiente e si fa freddare completamente: sarebbe meglio, quindi, se questo primo passaggio venisse fatto la sera, in modo tale che il riso ha una intera notte per freddare.

4- A quel punto si aggiungono 3 uova intere sbattute, lo zucchero e la scorza di arancia grattugiata; si mescola bene il tutto, dopo di che si aggiunge il lievito vanigliato ed un paio di pugni di farina 0.

5- Si mescola bene, facendo incorporare aria, dopo di che si prende il composto a cucchiaini e si versa in olio caldo.

6- Si fanno dorare le frittelline, dopo di che si scolano e si passano immediatamente nello zucchero bianco.

7- Si servono appena fritte, ancora calde, ma sono buonissime anche il giorno successivo.

frittelle-riso-copertina-03
Per info e altre ricette consulta il sito di Gemma, l’archeologa tra i fornelli


Lorenzo Vinci

Commenti
Articoli correlati
Leave a reply