Gli gnocchi di patate: la video ricetta di uno dei piatti più amati in Italia

Gli gnocchi di patate: la video ricetta di uno dei piatti più amati in Italia

5/5

Frutto dell’importazione delle patate dalle Americhe, gli gnocchi sono oggi una specialità entrata a pieno titolo nella più tradizionale dieta italiana.

Porzioni: 4

Difficoltà: Facile

Totale: 30 minuti

INGREDIENTI:

  • 280 gr di farina 00
  • 1 uovo
  • 900 gr patate
  • sale

La ricetta originale degli gnocchi di patate

Preparazione

1- Lessare le patate in acqua bollente con la buccia. Quando saranno fredde passarle allo schiacciapatate e impastarle con farina, uovo e sale.

2- Formare delle “salsicce” con la pasta e tagliarle con il coltello della misura di 2 cm, poi formare delle palline con le mani.

3- Lessarli in acqua bollente e, quando saliranno a galla, scolarli e condirli a piacere.

gnocchi-patate-10

[Ricetta della Chef Eleonora Barbone per Lorenzo Vinci; Video di: Veronica Serra e Maje Navarro]

Cosa sono gli gnocchi di patate: origine e diffusione

Per rimanere sul generico, potremmo definire gli gnocchi come dei pezzi di impasto di dimensione variabile, perlopiù di forma tondeggiante, cotti attraverso bollitura in acqua o brodo e quindi conditi con salse di varia natura.

Cibo antichissimo le cui origini pare risalgano ai banchetti rinascimentali lombardi, per i quali venivano impastati usando mollica di pane, latte e mandorle, a quel tempo erano detti zanzerelli. Determinante negli zanzerelli erano gli ingredienti chiave che ne determinavano la colorazione: bietola e spinaci per quelli verdi, mentre per quelli gialli si ricorreva alla zucca o allo zafferano, alla carne di pollo tritata per quelli bianchi ed infine alla carota per quelli arancioni.

Nel Seicento la preparazione degli gnocchi del tempo subì una radicale modificazione, con il pane e le mandorle che uscirono dall’impasto per far posto a farina, acqua e uova.

Precisato che esistono gnocchi impastati da tempi antichissimi con le farine più differenti (frumento, riso e semola), con il pane secco o con tuberi e verdure varie, gli gnocchi “par excellence” in Italia sono e rimangono pur sempre gli gnocchi di patate, la cui storia, che ha senz’altro inizio quando iniziarono le importazioni di patate dalle Americhe, ne vide una rapida diffusione a macchia d’olio a partire dal 1880.

gnocchi-patate-06

Gnocchi di patate: qualche curiosità

Gli gnocchi sono tanto entrati nella tradizionale dieta di molte genti d’Italia che ad essi vengono associati maschere carnevalesche e dedicati giorni della settimana in cui è ricorrenza mangiarli.

A Roma, i tradizionali gnocchi alla romana impastati col semolino, seguendo il detto “giovedì gnocchi, venerdì pesce (o anche ceci e baccalà), sabato trippa”, rappresentano il piatto tradizionale del giovedì che anticipa la magrezza della tavola del venerdì.

Nella città scaligera di Verona, un piatto di gnocchi al pomodoro viene tradizionalmente consumato il “venerdì Gnocolar”, cioé il giorno della sfilata dei carri di Carnevale. E, d’altronde, Papà del Gnoco è il nome della principale maschera del carnevale scaligero, donde l’usanza di mangiarli il venerdì.

In provincia di Mantova, a Castel Goffredo, in occasione del carnevale locale, la tradizionale maschera di Re Gnocco offre ai propri sudditi gnocchi e vino proprio il venerdì gnoccolaro.

gnocchi-patate-03

Gnocchi alla sorrentina

Sicuramente gli gnocchi alla sorrentina rappresentano la preparazione più gustosa dello stivale a base di gnocchi di patate. Conditi con salsa di pomodoro (tradizionalmente ragù), mozzarella fiordilatte, parmigiano e basilico, il loro gusto deriva soprattutto dalla gratinatura in forno, dove vengono messi nel tradizionale tegame di coccio detto pignatiello. Sono ottimi abbinati ad un buon Fiano di Avellino DOCG, teso e minerale.

Gnocchi: abbinamento vino

Piatto ricco, pastoso e spesso grasso se condito con salse importanti e strutturate, gli gnocchi, nelle varie preparazioni possibili, richiedono vini freschi che ne agevolino la digestione e ripuliscano il palato mentre si mangia: ottimi col Gavi, col Roero Arneis, con una strutturata Ribolla Gialla, con un Grillo siciliano o ancora con una tipica Vernaccia di San Giminiano DOCG.

gnocchi-patate-02

Commenti
Articoli correlati