Dai Colli Orientali del Friuli il Cabernet Sauvignon Doc

Dai Colli Orientali del Friuli il Cabernet Sauvignon Doc
Un vino rosso dalla lunga storia proveniente da un vitigno tipico del bordolese in Francia e proficuamente coltivato in Friuli.

di Alessio Turazza

Cabernet Sauvignon: storia e zona di produzione

La regione dei Colli Orientali del Friuli comprende la fascia collinare in provincia di Udine, uno splendido territorio, che complessivamente copre oltre 2000 ettari di vigneti. La sua posizione geografica è perfetta: protetta dai venti del nord dalla catena delle Alpi Giulie e abbastanza vicino al mar Adriatico per poter godere delle miti brezze. I terreni, di antica origine marina, sono caratterizzati da stratificazioni di marne e arenarie particolarmente ricche di minerali e fossili, che offrono alla vite un habitat ideale. Un territorio straordinariamente vocato per la coltivazione della vite, che risale ai tempi dei primi insediamenti delle popolazioni d’origine celtica e successivamente, al periodo della dominazione romana.

La vite è presente nei Colli Orientali con molte varietà autoctone, ricche di storia e tradizione che, molto probabilmente, sono giunte in Friuli Venezia Giulia dai territori del Medio Oriente. Le particolari condizioni pedoclimatiche della Regione, si sono rivelate anche molto adatte a ospitare la coltivazione di molti vitigni internazionali. E’ il caso, tra gli altri, del cabernet sauvignon. Un vitigno a bacca rossa originario del bordolese, che ha trovato nei Colli Orientali una terra d’elezione, in cui riesce a esprimersi con risultati qualitativamente molto interessanti.

cabernet-sauvignon-04

Il vitigno e le caratteristiche del Cabernet Sauvignon

Il cabernet sauvignon è uno dei vitigni a bacca rossa più conosciuti e diffusi al mondo. Originario del bordolese, è coltivato, oltre che in Francia, in Italia, Spagna, Stati Uniti, Australia, Sud Africa e Sud America. Il suo successo è dovuto alla sua capacità di adattarsi a vari terreni e condizioni climatiche ma soprattutto all’indubbio valore che gli viene riconosciuto a livello internazionale. Insieme a merlot, cabernet franc e petit verdot, costituisce la base principale dei famosi vini rossi di Bordeaux, che da secoli fanno scuola nel mondo. Nella sua terra d’origine, è coltivato soprattutto sulla sponda sinistra della Gironda, nelle zone del Mèdoc e delle Graves. In Italia si è acclimatato molto bene in Friuli Venezia Giulia, in Veneto, in particolare nella zona dei Colli Euganei e in Toscana, nella zona costiera di Bolgheri. Predilige terreni poco fertili e ricchi di scheletro, produce grappoli cilindrici, con acini di media grandezza, con buccia di colore blu-violaceo.

Il vino ha un colore rosso rubino intenso. Il bouquet esprime aromi di frutti a polpa rossa, di piccoli frutti di bosco, caratteristiche note erbacee, con sentori di peperone verde e una lieve speziatura. Ha corpo e struttura importanti, con bella trama tannica e buona componente acida, tutte caratteristiche che consentono anche un lungo invecchiamento.

cabernet-sauvignon-03

Cabernet Sauvignon: denominazione e consorzio

La zona dei Colli Orientali del Friuli è stata riconosciuta con la Doc fin dal 1970, a testimonianza del grande valore storico della Regione. Il disciplinare definisce l’area di produzione ai comuni in provincia di Udine di Attimis, Buttrio, la parte est di Cividale, Corno di Rosazzo, Faedis, Manzano, Nimis, Povoletto, Premariacco, Prepotto, S. Giovanni al Natisone, S. Pietro al Natisone, Tarcento, Torreano. Il Colli Orientali del Friuli Cabernet Sauvignon Doc deve essere prodotto con un minimo dell’85% di Cabernet Sauvignon e con un eventuale saldo del 15% di altri vitigni a bacca rossa, idonei alla coltivazione nella provincia di Udine. Il titolo alcolometrico minimo deve essere del 10% e la menzione “Riserva” è ammessa se i vini hanno effettuato un periodo di invecchiamento di almeno 2 anni.

Il Consorzio tutela vini Friuli Colli Orientali e Ramandolo è nato nel 1970. Oggi raccoglie circa 200 soci che coltivano complessivamente circa 2000 ettari di vigneti e producono 80 mila ettolitri di vino Doc. Scopo del Consorzio è tutelare e favorire la conoscenza dei vini dei Colli Orientali in Italia e nel mondo. Le esportazioni hanno raggiunto la quota del 30%, con destinazioni soprattutto europee, anche se, negli ultimi anni, si sono aperte nuove opportunità verso gli Stati Uniti e i mercati asiatici.

cabernet-sauvignon-01

Temperatura di servizio e abbinamenti del Cabernet Sauvignon

Il Colli Orientali del Friuli Cabernet Sauvignon Doc si serve a una temperatura di 16/18 °C. Per struttura e complessità, richiede abbinamenti con carni rosse alla brace, arrosto, in umido o con la selvaggina.

Commenti
Articoli correlati
Leave a reply