Il risotto all’amatriciana con il guanciale

Il risotto all’amatriciana con il guanciale

3/5

Tradizione e innovazione in un risotto che osa rielaborando il passato con l'esperienza delle scoperte di oggi.

Porzioni: 2

Difficoltà: Facile

Totale: 1 ora circa

INGREDIENTI:

  • 200g Riso Carnaroli
  • 2 Cipolle dorate grandi
  • 100g di Guanciale a fette
  • 40g Passata di pomodoro
  • 40g + 20g Burro
  • 40g Parmigiano Reggiano
  • Qb. Sale e pepe
  • Qb. Zucchero

La scelta degli ingredienti

Bentornati a tutti nella nuova rubrica dei risotti, oggi è venerdì, quindi ve ne propongo uno nuovo!

Tradizione e innovazione, se ne sente tanto parlare, ma qual è la linea tra queste due cose?

Io credo che in cucina si debba osare, l’evoluzione che è stata fatta negli ultimi anni è stata molto importante ed il risultato è che riusciamo a mantenere vive le ricette di una volta ma, cosa importante, siamo riusciti a migliorare nettamente il nostro modo di alimentarci.

L’altro punto che sostengo sempre è che il riso sia come un foglio bianco, sta a noi riempirlo con la nostra fantasia per creare qualcosa di magnifico, e oggi ci proviamo.

Un foglio bianco, così come il riso, è un elemento neutro, quindi perché non proporlo con un abbinamento classico della nostra tradizione culinaria? Perché non provare un Risotto all’Amatriciana? Ed ecco qua il risotto della settimana, il Risotto all’Amatriciana.

risotto-amatriciana-03

Sarà rivisitato, chiaramente ma dalle mie prove ne è uscito un risotto sapido, dolce, equilibrato, morbido e croccante, mi ha davvero stupito!

risotto-amatriciana-04

Quindi? Che fate? Criticate o ci provate?

Ecco qui la ricetta.

Procedimento

  • Andiamo a preparare la polvere di guanciale stendendo le fette di guanciale su carta forno e facendole seccare a 200°C per 10 minuti e poi lasciandole altre 10 nel calore del forno che avremo spento. Le asciugheremo dal grasso in eccesso ed una volta seccate bene, sbricioliamole con le mani. Si conserverà a lungo.
  • Cuociamo la nostra cipolla facendo un soffritto con burro e aglio, quindi stufare con del brodo vegetale. Aggiungere sale, pepe e poco zucchero, quindi aggiungere anche la passata di pomodoro. Portare a cottura.
  • Sedano, carota, cipolla e sale grosso tutto a freddo e questo sarà il nostro brodo vegetale! Manteniamo a bollore per 2 ore circa per avere più gusto. In alternativa, andiamo di acqua calda!
  • Prepariamo il risotto! Tostiamo senza grassi in padella, quindi saliamo e partiamo a sfumare con il brodo vegetale. Dopo qualche minuto di cottura aggiungere tutto ciò che c’è nella nostra padella con le cipolle, liquidi compresi. Continuare a bagnare con brodo e finire la cottura. Mantecare con burro e parmigiano reggiano.
  • Impiattare stendendo il riso nel piatto, e in finitura cospargere con la polvere di guanciale!

risotto-amatriciana-02

Provare per credere, buon appetito!

Abbinamento cibo-vino

Conoscere il territorio. Questo è un diktat! Rimaniamo in zona Rieti e beviamoci un bel Colli della Sabina rosso, un vino che ci comunicherà tutta la magia di questo territorio fantastico. Un abbinamento che andrà a valorizzare il grande lavoro di recupero che i grandi artigiani gastronomici stanno facendo dopo gli ultimi disastri naturali.

#PropostaSocial

Portiamola avanti insieme questa rubrica! Pubblicate i vostri risotti della settimana su tutti i social con l’hashtag #risottodellasettimana specificando l’ingrediente protagonista della vostra ricetta; ogni settimana sceglieremo la più bella e la più invitante, e riproporrò a mia volta un risotto con lo stesso ingrediente base, che ne dite?

Non vedo l’ora di vedere i vostri risotti!
Ps. Se volete vedere altre ricette cliccate “mi piace” alla mia pagina Facebook “Gianluca Rossetti”.

Lorenzo Vinci

Commenti
Articoli correlati