La buridda: l’incontro fra terra e mare in una zuppa tradizionale ligure

La buridda: l’incontro fra terra e mare in una zuppa tradizionale ligure

3/5

Una zuppa tipica ligure con funghi, prezzemolo e pesce: una calda consolazione per le fredde serate invernali.

Che cos’è la buridda

La buridda è una zuppa a base di pesce tipica della cucina ligure, la cui ricetta può essere preparata in diversi modi e può cambiare a seconda della località e del periodo storico di riferimento tradizionalmente realizzato

La buridda è uno dei piatti più tradizionali dell’Italia insieme al cacciucco alla livornese e al brodetto marchigiano che si può gustare in qualsiasi stagione a Genova e in tutta la Liguria.

Esistono diverse varietà di burrida: può essere preparata con le seppie, con il palombo e cefalo oppure con lo stoccafisso.

Gli ingredienti della zuppa sono principalmente: capperi, funghi e prezzemolo a cui viene aggiunto un filo d’olio e delle gallette chiamate del marinaio, un prodotto da forno tipicamente ligure, usato per diverse preparazioni, simile alle schiacciatine che donano una consistenza croccante al piatto.

In alcune ricette più recenti si utilizzano anche i moscardini, le triglie e le code di rospo per conferire alla buridda un sapore più marcato e deciso.

seppie-con-piselli-buridda-01

Origine del nome e storia della buridda

L’origine del nome buridda è da attribuire ad una parola araba: bourride che significa a pezzetti.
Questa parola in dialetto sardo indica, invece, una particolare marinatura del pesce bollito.

Prelibata zuppa di pesce, tradizionalmente servita il giovedì Santo, era un piatto molto amato dalla borghesia di tutta la riviera ligure.

seppie-con-piselli-buridda-02

La ricetta della Buridda con le seppie

Ingredienti

  • 1,5 kg di seppie
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 350g di piselli
  • 4 acciughe
  • 30g funghi secchi
  • 1 cipolla
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cucchiaino di capperi dissalati
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • Olio
  • Sale
  • Pepe

 

Preparazione

1- Lasciate rinvenire i funghi secchi in una ciotola riempita con acqua tiepida per almeno 30 minuti.

2- Pulite bene le seppie, privatele dell’osso e tagliatela a pezzetti.

3- Intanto scaldate un tegame d’olio, tritate la cipolla e fatela soffriggere.

4- A questo punto aggiungete prezzemolo e acciughe e lasciate rosolare per 5 minuti.

5- Aggiungete le seppie, fatele cuocere per 10-15 minuti e sfumate con vino bianco.

6- Potete aggiungete i funghi, i piselli freschi e il concentrato di pomodoro e proseguite la cottura per altri 15 minuti.

7- Vi consigliamo di servire la buridda in un tegame di terracotta e di aggiungere dei crostini di pane per gustare al meglio il suo sapore.

seppie-con-piselli-buridda-02

Lorenzo Vinci

Commenti
Articoli correlati