Le Soste: due giorni di workshop tra salute e piacere

Le Soste: due giorni di workshop  tra salute e piacere

3/5

Tavole rotonde con esperti e chef stellati per il 1° Convegno sull’Alimentazione organizzato dall’Associazione Le Soste.

di Camilla Rocca

L’alimentazione tra salute e piacere, tematica quanto mai attuale e dibattuta quella scelta per il primo convegno sull’alimentazione organizzato dall’Associazione Le Soste, che da oltre trent’anni riunisce i migliori ristoranti di cucina italiana nello stivale e nel mondo. Due giorni di dibattiti a ingresso gratuito a Palazzo dei Giureconsulti, nelle sale Colonne ed Esposizioni:

  • il 24 ottobre dalle 15.00 alle 18,30: “Il Cibo come salute”
  • il 25 ottobre dalle 9.00 alle 13.00:L’evoluzione della grande cucina italiana”

 

le-soste-02

Il programma e gli eventi più importanti

Si parte con l’intervento di Andrea Pezzana, dell’ Ospedale S. Giovanni Bosco di Torino con il dibattito “Cibo e salute nell’era dell’antropocene”, l’influenza dell’uomo sull’equilibrio del pianeta, seguito da Maurizio Fadda, della Città della Salute e della Scienza di Torino con “Il segreto dei centenari: la tavola come elisir di lunga vita”. Dalle 16.30 una tavola rotonda che vede al confronto la dieta mediterranea e quella padana, il Bel Paese si divide anche a tavola.

le-soste-01-presidente-sadler

Relatori di spicco come Paolo Corvo, ricercatore dell’ Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Giuseppe Crippa, direttore dell’Unità Operativa di ipertensione arteriosa discuteranno sul tema “Il cibo come salute: lo studio di Grana Padano ai Congressi internazionali sull’ipertensione di New York e Seul”. Il secondo giorno dei lavori parte già dalle 9 con una tematica altisonante: “L’evoluzione della grande cucina italiana” che vede coinvolti Costantino Cipolla, dell’Università di Bologna, che parlerà de “La cucina italiana nelle sue articolazioni regionali”, Oscar Farinetti, fondatore di Eataly discuterà della “Presenza della cucina italiana nel mondo” e Vincenzo Zampi, dell’Università di Firenze, analizzerà la forza del “Brand Italia nel mondo”.

le-soste-gualtiero-marchesi

La conclusione delle due giornate all’insegna dell’alimentazione sarà con una tavola rotonda coordinata da Piercarlo Grimaldi, rettore dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche: scambio di battute tra Gianni Moriani dell’Università Vita-Salute San Raffaele Milano; Giuseppe Vaccarini dell’ Associazione Sommellerie Professionale Italiana che analizzerà “Le emozioni gastronomiche secondo il sommelier”; Pietro Leemann, chef del ristorante stellato Joia, parlerà di “Alimentazione vegetariana e ambiente”, fino al turno di Viviana Varese, dello stellato Alice Ristorante e Patrizia Di Benedetto chef del ristorante stellato Bye Bye Blues di Palermo.

le-soste-01

Una due giorni dove chef, medici nutrizionisti, scienziati, giornalisti e critici enogastronomici discuteranno, documenteranno e si infuocheranno sui temi dell’alimentazione, in un periodo che vede la cucina protagonista di numerosi talk show ed eventi e in cui gli chef sono diventati le moderne rock star del grande pubblico.

le-soste-massimo-bottura

L’associazione Le Soste

L’Associazione Le Soste, che riunisce da 34 anni una prestigiosa selezione dei ristoranti di cucina italiana d’eccellenza in Italia e nel mondo, nasce nel 1982 durante una cena tra ristoratori amici presso l’allora ristorante di Gualtiero Marchesi in via Bonvesin de la Riva a Milano. Presieduta oggi da Claudio Sadler, l’Associazione vanta 81 membri, distribuiti in prevalenza sul territorio nazionale, ma con presenze anche in Svizzera, Lussemburgo, Principato di Monaco, Slovenia, Russia e Stati Uniti.


Lorenzo Vinci

Commenti
Articoli correlati