Quiche di asparagi e ricotta di capra

Quiche di asparagi e ricotta di capra
Una quiche delicata e leggera a base di asparagi e ricotta di capra, perfetta per un antipasto sfizioso o come piatto unico.

Porzioni: 1 quiche

Difficoltà: Media

Totale: 1 ora circa

INGREDIENTI:

  • 180g di farina integrale di farro
  • 6g di cremor tartaro
  • 2 cucchiai d’olio evo
  • 80g di yogurt bianco
  • Acqua q.b.

 

Per la farcitura:

  • 300g di asparagi
  • 200g di ricotta di capra
  • 5 uova di quaglia
  • 3 foglioline di basilico

Semplice, veloce è deliziosa, ad ogni fetta vi si scioglierà in bocca. I gusti si mescolano alla perfezione senza che uno prevalga sull’altro…

Preparazione

1- Per prima cosa dedicatevi alla base: in una ciotola versate la farina, mescolatela con il cremor tartaro, aggiungete lo yogurt e l’olio.

2- Impastate fino ad ottenere un panetto morbido. Se dovesse risultare troppo secco l’impasto aggiungete un goccio d’acqua.

3- Lasciate l’impasto a riposare almeno 30 minuti coperto da un canovaccio a temperatura ambiente.

4- Nel frattempo dedicatevi al ripieno: per prima cosa mondate gli asparagi, lasciate interi gli ultimi 5 cm con le punte che terrete da parte e tagliate i gambi a tocchetti lunghi circa 2 cm.

5- Prendete questi ultimi e metteteli a stufare in una pentola con 2 cucchiai di acqua e uno di olio evo.

6- Coprite e cuoceteli qualche minuto in modo che rimangano morbidi, ma ancora croccanti.

7- Spegnete il fuoco e unite le foglioline di basilico tritate finemente.

8- In una terrina mescolate insieme la ricotta di capra, le uova di quaglia e, quando il composto sarà omogeneo, aggiungete gli asparagi ormai tiepidi.

9- Riprendete la vostra base, tiratela con un matterello in modo che non sia troppo sottile e rivestite il vostro stampo, che avrete precedentemente imburrato.

10- Distribuite in modo omogeneo la farcitura e infine disponete, seguendo il vostro estro creativo, le punte degli asparagi.

11- Cuocete 25 minuti a 180°.

quiche-asparagi-ricotta-02

Asparagi: proprietà nutritive

Parliamo un po’ degli asparagi, protagonisti assoluti di questo piatto.

Questi germogli esistono in più di 200 varietà diverse che si diversificano per sapore e aspetto: quelli bianchi, il cui colore è dovuto alla coltivazione in assenza di luce e il cui sapore è molto delicato, quelli violetti, dal sapore leggermente amaro e quelli verdi, dal gusto marcato e con i germogli dal sapore dolciastro. Sono composti per il 90% da acqua e sono ricchi di fosforo, potassio, sali minerali e vitamine. Ma parliamo un po’ delle fantastiche proprietà benefiche! Sono depurativi, diuretici, ipocalorici (solo 24kcal per 100g), disinfiammano la milza. Sono poi utili in caso di astenia, anemia e dolori mestruali; utili anche per i diabetici perché abbassano il livello di glicemia. Rinforzano le pareti dei capillari grazie alla presenza della rutina e aiutano le donne in gravidanza grazie alla presenza dell’acido folico che protegge il cuore. Sono invece sconsigliati se si è affetti da lesioni dell’apparato urinario, nei casi di calcolosi renale e vescicale e di cistite.

quiche-asparagi-ricotta-01

Lorenzo Vinci

Commenti
Articoli correlati
Leave a reply