La Ribolla Gialla Doc: dai Colli Orientali del Friuli, un vino fino ed elegante

La Ribolla Gialla Doc: dai Colli Orientali del Friuli, un vino fino ed elegante

3/5

Un vino autoctono del Friuli Venezia Giulia, perfetto con i piatti a base di pesce e verdure.

di Alessio Turazza, giornalista e sommelier

Ribolla Gialla: storia, zona di produzione e territorio

Il Friuli Venezia Giulia è una delle regioni italiane più famose nel campo della viticoltura, soprattutto per la produzione di grandi vini bianchi. La zona dei Colli Orientali, può godere di condizioni pedoclimatiche uniche e straordinarie. La catena delle Alpi Giulie protegge il territorio dalle correnti di aria fredda che scendono da nord-est. Il clima è inoltre mitigato dalla presenza delle dolci brezze provenienti dal vicino Mar Adriatico, che addolciscono le temperature e garantiscono delle belle escursioni termiche. La zona collinare verso il confine orientale dell’Italia è particolarmente vocata per la coltivazione delle uve a bacca bianca in particolare della ribolla gialla, che nel territorio di Rosazzo dona vini di grande finezza ed eleganza.

ribolla-gialla-del-friuli-01

Il vitigno e le caratteristiche della ribolla gialla di Rosazzo DOC

La ribolla gialla è coltivata da secoli in Friuli Venezia Giulia, soprattutto nella zona di confine, da Rosazzo a San Floriano del Collio a Oslavia. Molto probabilmente si tratta di un vitigno d’origine dalmata, introdotto poi nel lembo orientale della penisola italiana, attraverso gli scali veneziani della costa adriatica. Ancora oggi nella bassa Dalmazia e nelle isole Ionie è presente con il nome locale di rebula. E’ un vitigno di buon vigore, che produce grappoli medio-piccoli, con acini dalla buccia sottile e pruinosa. Il vino Colli Orientali del Friuli Sottozona Ribolla Gialla di Rosazzo Doc ha un colore giallo paglierino chiaro con riflessi verdolini. Al naso esprime un bouquet agrumato, con note floreali e di frutta bianca. Il sorso è dinamico e scattante, caratterizzato da un’acidità citrina e da un finale fresco e sapido.

ribolla-gialla-del-friuli-03

La Denominazione e il Consorzio della Ribolla gialla

La Denominazione Colli Orientali del Friuli Doc è stata istituita nel lontano 1970, a riconoscimento di una storia e tradizione secolare nella produzione di vini di qualità.

Il disciplinare limita l’area di produzione del vino Colli Orientali del Friuli Sottozona Ribolla Gialla di Rosazzo Doc ai territori dei comuni di Corno di Rosazzo, Manzano e San Giovanni al Natisone; si tratta dell’area classica, storicamente più vocata per la coltivazione di questo vitigno autoctono a bacca bianca.

La base ampelografica
 è definita in un minimo di ribolla gialla dell’85% con un eventuale massimo del 15% di uve dei vitigni a bacca bianca, idonei alla coltivazione per la provincia di Udine. Il titolo alcolometrico minimo deve essere di 11,00%.

Il consorzio di Tutela Vini Colli Orientali del Friuli e Ramandolo è nato nel 1970. Svolge una preziosa attività di formazione, informazione e assistenza tecnica alle oltre 200 aziende associate. Si occupa inoltre di far conoscere e promuovere i vini e lo splendido territorio dei Colli Orientali.

ribolla-gialla-del-friuli-04

Ribolla gialla: temperatura di servizio e abbinamenti

Il vino Colli Orientali del Friuli Sottozona Ribolla Gialla di Rosazzo Doc va servito a una temperatura di 8/10 °C. Ottimo da degustare al momento dell’aperitivo, a tavola si abbina ad antipasti di pesce, insalata di mare, carpaccio di pesce spada, gamberi allo spiedo, pennette agli scampi e verdure al forno.

Lorenzo Vinci

Commenti
Articoli correlati