Petto di pollo al lime, limone e bergamotto

Petto di pollo al lime, limone e bergamotto
Perchè è meglio mangiare agrumi biologici? Scopriamolo con la nostra prof.ssa De Castro con la ricetta del petto di pollo al lime, limone e bergamotto.

[vc_row css=”.vc_custom_1447258381165{padding-top: 10px !important;padding-right: 10px !important;padding-bottom: 10px !important;padding-left: 10px !important;background-color: #ee7103 !important;}”][vc_column width=”1/3″][vc_column_text el_class=”ricetta”] Porzioni: 4
Preparazione: 1 ora[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/3″][vc_column_text el_class=”ricetta”] Difficoltà: Media
Cottura: 1 ora[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/3″][vc_column_text el_class=”ricetta”] Totale: 2 ore
Tag: primi piati[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css=”.vc_custom_1447258267998{padding-top: 10px !important;padding-right: 10px !important;padding-bottom: 10px !important;padding-left: 10px !important;background-color: #f2f2f2 !important;}”][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]

INGREDIENTI

  • petto di pollo
  • fecola di patate q.b.
  • pangrattato q.b.
  • un limone biologico
  • un lime biologico
  • un bergamotto biologico
  •  olio e sale q.b.
  • qualche foglia di salvia

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]

Procedimento

1- Tritare finemente la buccia degli agrumi e mescolatela alla fecola di patate e al pan grattato.

2- Infarinare i petti di pollo in questa miscela e metterli a cuocere in una padella con un filo d’olio.

3- Irrorare con il succo del limone, del lime e del bergamotto.

4- Regolare di sale.

5- A cottura quasi ultimata aggiungere della salvia fresca.

pollo_limone02

Perchè è meglio scegliere agrumi di agricoltura biologica

È importante utilizzare degli agrumi non trattati. Gli agrumi che non provengono da agricoltura biologica sono trattati con additivi chimici molto tossici che evitano la formazione di muffe e fanno sì che gli agrumi si conservino a lungo, ma sono anche molto pericolosi per la salute. Gli agenti più comuni sono E904, E200 e Imazalil, ma anche tiabenzadolo e bifenile, tutte sostanze che rendono la buccia non edibile. La commestibilità o meno della buccia deve essere indicata in etichetta, perché le sostanze chimiche nella buccia sono maggiormente concentrate.

Recentemente la Corte di giustizia europea ha stabilito che l’etichetta degli agrumi deve sempre indicare i conservanti e le sostanze chimiche usate nei trattamenti post-raccolta. Con apposita sentenza è stato disposto che l’imballaggio di limoni, arance e mandarini, debba recare indicazioni esterne che precisino, se del caso, gli agenti conservanti o le altre sostanze chimiche utilizzate nei trattamenti successivi alla raccolta, e per questo conferma l’obbligatorietà di indicazione in etichetta di quanto usato.

Per fortuna in commercio possiamo trovare agrumi di origine biologica. Nella classifica dei generi coltivati, gli agrumi sono al quarto posto con 25.340 ettari biologici. La produzione è rispettosa degli ecosistemi e dei cicli biologici, i terreni non sono fertilizzati con concimi chimici e non si usano antiparassitari.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Commenti
Articoli correlati