Riso venere con verdure e paprika

Riso venere con verdure e paprika

3/5

Oggi pensiamo ad un delizioso pranzo al sacco adatto a tutti quelli che non vogliono rinunciare alla salute nemmeno in ufficio!

ingredienti

 

    • Per una porzione vi serviranno:
    • 60/70g di riso venere
    • 1 zucchina piccola
    • 1 carota piccola
    • Paprika dolce q.b.

Tempo di preparazione: 50 minuti

Procedimento

Per prima cosa mettete il riso venere a bollire per 30 minuti e lasciatelo poi riposare per 10 minuti nell’acqua di cottura prima di scolarlo, aggiungete la paprika dolce già nell’acqua di cottura così insaporirà per bene il riso.

A parte pulite e tagliate a dadini le verdure e fatele saltare in padella con un goccio d’olio. Fate saltare il riso insieme alle verdure per qualche minuto e il piatto è pronto!

Buonissimo sia freddo che caldo!

Passiamo ora al nostro ingrediente speciale…oggi parliamo della paprika!

Ne esistono tipologie diverse: la paprika dolce e la Kulonleges, e tipologie più piccanti, come la paprika rosa e la paprika semidolce. La sua origine risale agli stessi Paesi di provenienza del peperoncino, cioé il Centro America, da cui provengono anche la patata e il peperone. Dato l’elevato tenore di vitamina C, ne faceva una spezia molto utilizzata per ridurre lo scorbuto tra i marinai, sebbene se ne scoprì il vero motivo solo nel 1900.

Contiene una sostanza, la capsicina che stimola l’afflusso di sangue, è uno stimolante gastrico, ha proprietà antireumatiche ed antifermentative. Per questo viene usato questo principio attivo anche in creme per la cura dei dolori muscolari e reumatici. Alcune preparazioni lo utilizzano per l’effetto stimolante sul microcircolo, che dovrebbe favorire la mobilitazione dei grassi dal tessuto adiposo. Inoltre aiuta a contrastare la caduta dei capelli e ne stimola la crescita.

L’uso della paprika può portare benefici al sistema circolatorio e alla digestione, ha anche potere antisettico, disinfettante e tonico. Contiene vitamina B, C, E e K, sali minerali come calcio, ferro, fosforo, magnesio, manganese, potassio e selenio.

 


 

 

 

Commenti
Articoli correlati