Seafood bar, dal mare…a Milano!

Seafood bar, dal mare…a Milano!
Un posticino delizioso a due passi da Gae Aulenti e dalla nuova Fondazione Feltrinelli, dove poter assaporare, anche a Milano, tutto il gusto del mare.

[vc_row][vc_column][vc_column_text]di Giada Bonfissuto

Se dovessi rinascere sotto forma di stagione sarei di certo l’estate: il rumore delle onde del mare che lambiscono la sabbia, l’atmosfera spensierata e calda delle serate, la pelle dorata, il sapore di una cena a base di pesce, magari assaporata sulla spiaggia. Vivendo ormai perennemente immersa nella nebbia della Padania, mi ritrovo spesso a domandarmi: ma se volessi concedermi una tartare di salmone o due paccheri ai gamberi fuori stagione e lontana anni luce dalla mia Sicilia, dove potrei recarmi a Milano?

Così, guardandomi intorno, ho scoperto un posticino delizioso a pochi passi da Porta Garibaldi e a pochi passi dalla nuova fondazione Feltrinelli vivace e mai dormiente zona in voga del centro di Milano. Perché se è vero che nella fredda terra meneghina il pesce fresco si trova ed è anche ottimo, esiste anche un grazioso ristorante che sceglie di portare i cibi sani direttamente dal mare…alla tavola (e alla pancia).

Seafood bar: il locale e l’atmosfera

Seafood Bar, questo il nome, è un’ancora di salvezza: un locale moderno ed elegante dalle linee semplici e garbate, arredato con stilosi tavoli neri e sedute rosse. L’atmosfera accogliente e famigliare ma studiata profuma di mare, basta soffermarsi sui dettagli, dalle aggraziate conchiglie decorative sparse qua e là alle rustiche cassette di legno appese alle pareti che contengono ricordi di salsedine.

seafood-bar-garibaldi-02

La scelta degli ingredienti

Andiamo con ordine: Seafood Bar porta tutto il buono del mare in tavola affidandosi per la minuziosa selezione delle migliori materie prime all’azienda Foodlab, realtà storica del parmense che in Italia rappresenta un punto di riferimento nel settore della lavorazione del pesce fresco. Il pesce proveniente da tutto il mondo è acquistato dagli allevatori e dai pescatori e lavorato nel nostro Paese con procedimenti manuali, senza mai essere sottoposto a congelamento. L’utilizzo di metodi artigianali e il pieno rispetto della tradizione consentono quindi di preservare le caratteristiche organolettiche della materia prima, processo che rende superflue troppe manipolazioni da parte dello chef.

seafood-bar-garibaldi-03

Il menù del Seafood Bar

Ecco quindi apparire tra le proposte del menu di Seafood Bar eleganti antipasti con protagonisti nobili crudi, carpacci e affumicati; equilibrati primi piatti di mare con pasta artigianale e infinite varietà di salmone, spada e gamberi; secondi ittici in purezza cotti al vapore e sottovuoto con lo slow cooking, ovvero per 45 minuti a 60 gradi.

seafood-bar-garibaldi-01

Scelgo di iniziare la mia cena con una spaziale Tartare di gamberi blu della Nuova Caledonia, crema di avocado e crumble di cereali, condita con olio e limone e decorata con cipolline caramellate e germogli: lo stupore per il colore bizzarro del pesce cede subito il passo alla cremosità dell’insieme, un bilanciamento cromatico e aromatico di note che è supportato dall’abbinamento del piatto con la Fruit Beer, una bionda del birrificio artigianale lombardo Licor Dei. L’aromatizzazione alla mora regala alla birra una bella acidità che ha il potere di sgrassare e pulire il palato, lasciato patinato dal sapore intenso del gambero.

seafood-bar-garibaldi-05

Il piatto seguente è la degustazione del Tris di salmone, una scala di affumicati che mette insieme il tradizionale salmone norvegese di allevamento, il selvaggio d’Alaska Sockeye pescato a rete nei mari di Bering e il pregiato salmone selvaggio Red King, pescato all’amo nei fiumi e nei laghi dell’Alaska. Tutti i salmoni vengono salati rigorosamente a mano e affumicati per ben 3 ore con legno di faggio italiano; si presentano al palato morbidi e teneri, come se fossero dei carpacci di carne. Una degustazione di effetto, senza dubbio, mi sembra quasi di non aver mai mangiato del salmone finora.

seafood-bar-garibaldi-salmone

La mano che sta dietro a queste esecuzioni è quella di Gianpaolo Ghilardotti, ideatore dei piatti, proprietario di Foodlab ed ex chef di un ristorante stellato del parmense, che continua a stupirmi facendo arrivare al tavolo un vassoio con Acciughe del mar Cantabrico, notevolmente diverse dalle classiche: grandi, succose, dalla polpa consistente e poco salata. Vengono servite con una spuma di robiola e crostini tostati.

seafood-bar-garibaldi-04

Non dico mai di no ai carboidrati, per concludere la cena opto quindi per quello che mi dicono sia tra i cavalli di battaglia del locale, ovvero la Carbonara di mare: un primo piatto tutto mediterraneo ma rivisitato in chiave creativa a base di pappardelle saltate con dadini di tonno e spada affumicati, che non mi fanno rimpiangere neanche per un attimo la mancanza della pancetta.

seafood-bar-garibaldi-06

Seafood Bar rappresenta un vero e proprio mercato ittico di qualità, il luogo ideale in cui i buongustai possono assaporare il miglior pesce scegliendo tra varietà provenienti da tutto il mondo e trasformate in ricette ispirate al mare che rispettano la materia prima valorizzandola. Qui il menu soddisfa tutti i momenti della giornata: per una pausa rigenerante all’ora di pranzo da gustare le ottime insalate di mare, per un aperitivo informale lontano anni luce dalla calca dei soliti buffet non manca la scelta tra le tapas di pesce e le bollicine a marchio Seafood, per una romantica cena afrodisiaca infine le possibilità di degustazione sono praticamente infinite.

Un angolo di mare a Milano che regala soddisfazioni.

Lorenzo Vinci
[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Commenti
Articoli correlati