Spaghetti cacio e pepe con bottarga e riccio di mare

Spaghetti cacio e pepe con bottarga e riccio di mare
Una rivisitazione ben riuscita per un primo piatto speciale fra terra e mare.

Porzioni: 4

Difficoltà: Facile

Totale: 30-40 minuti

INGREDIENTI:

  • 300 g di spaghetti grossi di Gragnano
  • 150 g di pecorino romano grattugiato
  • 1/2 cucchiaino di maizena
  • 1/2 tazzina d’acqua fredda
  • 2 scatolette di polpa di riccio
  • un cucchiaio di aneto tritato (in mancanza va bene erba cipollina o prezzemolo)
  • 5 tipi di pepe in grani: pepe di Sarawak, di Sichuan, bianco, nero, rosa
  • 1 lime o un limone
  • una grattugiata di bottarga di muggine (o di tonno)
  • sale e olio EVO qb

La ricetta

Procedimento

1° step: il brodo aromatico

1- I 5 tipi di pepe servono per creare una specie di brodo aromatico, assolutamente non piccante, che servirà per aromatizzare l’acqua di cottura della pasta.

2- Per cui tutti i tipi di pepe spezzettati grossolanamente e la buccia di un lime, o di un limone, vanno dentro un pentolino con circa un bicchiere d’acqua. Lasciamo lì a bollire.

2° step: il pecorino

1- Metto il pecorino grattugiato e mezzo cucchiaino di maizena in una larga padella dove poi finiremo di cuocere gli spaghetti, e aggiungiamo mezza tazzina d’acqua fredda.

2- Una grattugiata di pepe nero e con una frusta amalgamiamo bene.

3- Dovremo ottenere un’emulsione cremosa. Non sarà liscia ma granulosa, si scioglierà dopo col calore.

3° step: la pasta

1- Mettiamo sul fuoco una pentola, appena bolle aggiungiamo il sale, poco, e il brodo aromatico filtrato. Aggiungiamo gli spaghetti e cuociamo.

2- Mentre cuoce apriamo le scatolette di riccio, e in un contenitore le mescoliamo con dell’olio EVO, dovrà risultare quasi una crema.

3- Scoliamo la pasta 2 minuti prima del termine, perché finirà di cuocere in padella col pecorino. Non buttiamo via l’acqua, basta prendere gli spaghetti con delle grosse pinze e metterli nella padella col pecorino.

4- Diamo una bella mescolata e rimettiamo la padella sul fuoco.

5- Risotteremo la pasta aggiungendo uno o due mestoli della sua acqua di cottura.

6- Stando attenti a non alzare troppo la fiamma se no “straccia” il formaggio, continuiamo a mescolare in maniera decisa e in caso di bisogno aggiungiamo dell’acqua.

7- Dopo qualche minuto otterremo una bella crema densa e traslucida che napperà la pasta. 

4° step: impiattiamo

1- Sul fondo del piatto mettiamo una cucchiaiata di riccio. 

2- Adagiamoci sopra gli spaghetti. 

3- Un altro cucchiaio di crema di riccio sulla sommità.

4- Un pizzico di aneto tritato sottile, o in mancanza erba cipollina o prezzemolo.

5- Una grattugiata di pecorino e una di bottarga. 

spaghetti-cacio-pepe-bottarga-ricci-mare

Abbinamento vino

Si consiglia di abbinare gli spaghetti cacio e pepe con bottarga e ricci di mare con un Gewürztraminer o un Vermentino DOC di Sardegna oppure, per chi volesse osare, si potrebbe pensare ad un un fresco e delicato cocktail daiquiri!

Leggi altre ricette su: Blu aragosta

Lorenzo Vinci

Commenti
Articoli correlati
Leave a reply