Lo stracotto: il re della tradizione piemontese

Lo stracotto: il re della tradizione piemontese
Un secondo piatto speciale ancorato nella tradizione piemontese.

Lo stracotto di manzo è una ricetta tipica piemontese che deve il suo nome alla lunga cottura a cui è sottoposta la carne.

È chiamato molto spesso anche brasato al Barolo, anche se alcuni ritengono che stracotto e brasato non siano sinonimi.

Il brasato: il re della tradizione piemontese

Il brasato di carne è un piatto tipico della tradizione piemontese.

Brasare” significa cuocere un pezzo di carne a fuoco lento e a lungo. La carne viene prima rosolata in pentola e poi cotta in un “liquido”. I tagli più adatti per il brasato di manzo sono quelli dei muscoli della gamba, del collo e della spalla (nello specifico il giretto, il codone, il reale, il cappello del prete e il fesone di spalla). Anche il liquido utilizzato è molto importante: l’ideale sarebbe un brodo gelatinoso ma vanno bene anche acqua, vino o passata di pomodoro che insieme alla farina formano una salsa consistente. I vini più adatti sono il Barolo, il Nebbiolo, il Barbaresco o il Barbera. Mentre la pentola ideale per un ottimo brasato di manzo è una casseruola in ghisa, anche il coccio o l’acciaio con doppio fondo.

stracotto-manzo-piemontese-03

Ricetta originale dello stracotto al barolo

Ingredienti

  • 1,5 kg di carne di manzo (fesone di spalla o cappello del prete)
  • 500 ml di vino Barolo
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 costa di sedano
  • 2 foglie di alloro
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. Preparare un trito con cipolla, aglio, carota e sedano e mettere a soffriggere in una pentola con l’olio e 2 foglie di alloro.
  2. Tagliare la carne a pezzi e unire al soffritto.
  3. Rosolare la carne su tutti i lati per circa 15 minuti.
  4. Bagnare la carne con il vino e abbassare la fiamma al minimo.
  5. Coprire con il coperchio e mescolare ogni tanto.
  6. Aggiungere sale e pepe e proseguire la cottura fino a quando il vino si asciuga.
  7. Dopo circa 2 ore prelevare la carne e passare il fondo di cottura con il frullatore a immersione.
  8. Aggiungere sale e pepe.
  9. Tagliare la carne, irrorare con la salsa di cottura e servire calda.

stracotto-manzo-piemontese-01

Abbinamenti

Consigliamo di accompagnare lo stracotto di manzo alla piemontese a contorni come il purè di patate, la polenta o le verdure, lesse o cotte al forno (come carote o patate).

Le calorie

1 porzione di stracotto di manzo alla piemontese ha circa 160 calorie.

[Photo credits: vogliadicucinare.blog.tiscali.it; vinook.it; ideenelgusto; winedharma]
Lorenzo Vinci

Commenti
Articoli correlati
Leave a reply