Torta mimosa senza glutine

Torta mimosa senza glutine
Un'alternativa sfiziosa senza glutine, per onorare e festeggiare tutte le donne nel loro giorno speciale.

[vc_row css=”.vc_custom_1447258381165{padding-top: 10px !important;padding-right: 10px !important;padding-bottom: 10px !important;padding-left: 10px !important;background-color: #ee7103 !important;}”][vc_column width=”1/3″][vc_column_text el_class=”ricetta”] Porzioni: per una torta di 24 centimetri di diametro[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/3″][vc_column_text el_class=”ricetta”] Difficoltà: Facile[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/3″][vc_column_text el_class=”ricetta”] Totale: 2 ore circa[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css=”.vc_custom_1447258267998{padding-top: 10px !important;padding-right: 10px !important;padding-bottom: 10px !important;padding-left: 10px !important;background-color: #f2f2f2 !important;}”][vc_column width=”1/2″][vc_column_text]

Ingredienti per 2 pan di spagna del diametro di 24 centimetri

  • 12 uova
  • 3600gr. di zucchero
  • 180gr. di farina di riso
  • 180gr. di amido di riso
  • 2 baccelli di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • Burro chiarificato q.b.
  • Zucchero a velo q.b.

Ingredienti per la crema diplomatica

  • 8 tuorli
  • 200gr. di zucchero
  • 800ml. di latte
  • 80gr. di amido di mais
  • 1 baccello di vaniglia
  • 500ml. di panna fresca da montare

Ingredienti per la bagna

  • 150gr. di acqua
  • 15gr. di zucchero
  • 2 cucchiai di rum
  • Scorza di 1 arancia

 

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_column_text]di Monica Cazzaniga di Diario di una celiaca consapevole di Lorenzo Vinci

Torta mimosa e 8 marzo: il significato

Siamo giunti alla Festa della Donna e la tradizione vuole che questa giornata sia dedicata al gentil sesso. Come per ogni ricorrenza anche questa, accanto ai tradizionali festeggiamenti, prevede dei piatti tipici, in primis il dolce di questa giornata è la golosissima torta mimosa.

Questa giornata istituita dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale per onorare le conquiste politiche, sociali ed economiche e per abbattere definitivamente  le discriminazioni e le violenze subite dalle donne, ha visto nell’8 marzo la data prescelta per ricordare ogni anno quanto elencato precedentemente e come simbolo è stato scelto proprio il fiore della mimosa per la sua semplicità, per essere economico ed alla portata di tutti ed infine perché uno dei pochi fioriti all’inizio di marzo.

torta-mimosa-senza-glutine

La torta mimosa prende spunto proprio dall’omonimo fiore ed è caratterizzata da strati di pan di spagna farciti con crema diplomatica ed una copertura realizzata con cubetti di pan di spagna che ricordano proprio l’aspetto irregolare della mimosa stessa. Ma come la prepariamo una torta mimosa per una donna che ha problemi con il glutine? Non sarà certo un ostacolo realizzarla in versione gluten free e tanto meno non avrà nulla da invidiare alla classica versione glutinosa!

Procedimento 

1- Prendete 6 uova e dividete accuratamente gli albumi dai tuorli. Mettete i primi in una terrina unitamente ad un pizzico di sale e a 120 grammi di zucchero e montateli a lucido.

2- Incidete quindi un baccello di vaniglia, prelevate i semi ed aggiungeteli ai tuorli unitamente a 240 grammi di zucchero. Lavorate il tutto fino ad ottenere un composto spumoso e con una bella alveolatura di colore giallo chiaro.

3- A questo punto incorporate delicatamente con un movimento dal basso verso l’alto i tuorli sbattuti e gli albumi. Aggiungete infine 90 grammi di farina e 90 grammi di amido di riso setacciate amalgamando bene il composto che deve risultare totalmente privo di grumi.

4- Imburrate la teglia e versate il composto al suo interno livellandolo con una spatola. Infornate a 160°C per circa 45 minuti.

5- Ripetete poi il medesimo procedimento per realizzare il secondo pan di spagna che vi servirà per ottenere i quadratini che andranno a formare la copertura della vostra torta mimosa.

Procedimento per la crema diplomatica:

1- In una ciotola mettete i tuorli, lo zucchero ed i semi di un baccello di vaniglia, tenendo quest’ultimo da parte. Mescolate il tutto ed incorporate l’amido di mais setacciato.

2- Nel frattempo scaldate in un pentolino il latte al quale avrete aggiunto il baccello di vaniglia che avrete svuotato in precedenza. Quando si sarà intiepidito eliminate il baccello versate metà del latte nella crema precedentemente realizzata coi tuorli. Stemperate il tutto dopodiché trasferite nel pentolino con il latte la crema realizzata e lasciate cuocere a fuoco dolce continuando a mescolare fino a quando si sarà addensata, ma senza che la stessa giunga a ebollizione.

3- Una volta pronta trasferite la crema in una ciotola, copritela con della pellicola trasparente ed attendete che la stessa si raffreddi.

4- Nel frattempo montate la panna fresca ed aggiungetela alla crema pasticcera una volta che questa si sarà raffreddata.

5- Lasciate riposare il tutto almeno 30 minuti in frigorifero prima di utilizzarla.

Procedimento per la bagna:

1- Versate in un tegame l’acqua, il rum, la scorza di arancia ed infine lo zucchero e fate scaldare mescolando il tutto fino a sciogliere completamente lo zucchero. Quando sarà pronto filtrate e lasciate raffreddare.

Procedimento per la torta mimosa:

1- Prendete uno dei due pan di spagna (io opterei per quello che si è gonfiato maggiormente) ed una volta che si sarà raffreddato eliminate con un coltello da pane la crosticina esterna da tutti i lati. Fatto ciò affettatelo orizzontalmente realizzando i tre dischi che utilizzerete per realizzare la vostra torta.

2- Adagiate il primo sul piatto prescelto per servire la torta, spennellatelo con la bagna e ricopritelo con uno strato di crema, coprite poi con un secondo disco e seguite lo stesso procedimento fatto con il primo strato. Infine copritelo il tutto con l’ultimo disco di pan di spagna.

3- Preparate ora i cubetti che vi serviranno per l’effetto mimosa affettando il secondo pan di spagna dopo aver eliminato anche da questo la crosticina esterna.

4- A questo punto ultimiamo la torta bagnando anche l’ultimo disco di pan di spagna e coprendolo con la crema che dovrà rivestire anche i bordi del dolce. Livellate per bene e coprite la torta con i cubetti di pan di spagna in modo che risulti una copertura irregolare a ricordo appunto del fiore della mimosa.

6- Lasciate riposare in frigorifero un paio d’ore e prima di servirla spolverizzatela con zucchero a velo.

torta-mimosa-senza-glutine-01

torta-mimosa-senza-glutine-02

Buon appetito e buona festa della donna!


Lorenzo Vinci
[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Commenti
Articoli correlati