Un Pasto al Giorno: la solidarietà e la lotta allo spreco alimentare

Un Pasto al Giorno: la solidarietà e la lotta allo spreco alimentare

3/5

Alla scoperta della cucina sostenibile della lotta allo spreco alimentare il 29 e 30 ottobre in migliaia di piazze italiane.

di Irene De Luca

Una cucina che si fa sostenibile è un nuovo trend che noi di Lorenzo Vinci speriamo possa diffondersi sempre più velocemente. Un vero e proprio stile di vita che lotta contro lo spreco alimentare, a fronte dei dati sempre meno incoraggianti dell’Istat in merito ai nuovi poveri in Italia ma anche come senso di responsabilità verso le realtà meno fortunate di tutto il mondo.

Questo è il messaggio e l’atto di sensibilizzazione che verrà portato avanti 29 e 30 ottobre dall’iniziativa “Un Pasto al giorno” promosso dalla Apg23, Comunità che ogni giorno mette a tavola 41mila persone nelle sue oltre 600 realtà di accoglienza in 38 Paesi del mondo, garantendo loro almeno un pasto al giorno (da qui il nome).

un-pasto-al-giorno-01

L’appuntamento si terrà nelle migliaia di piazze italiane coinvolte, nelle quali i volontari della Apg23, in cambio di un’offerta libera, regaleranno un pacco di pasta da 100 grammi circa (simbolicamente un pasto) e un ricettario “antispreco”: 12 ricette realizzate con scarti alimentari. Il messaggio? Mangiare per gusto e per nutrirsi ma senza sprecare.

Già perchè l’anti-spreco non è solo un bel concetto ma una rivoluzione culturale che parte da tutti noi, nella vita di tutti i giorni e nei gesti quotidiani. Buccia d’anguria o di carota. O ancora: punta di carciofo. Aspettate prima di aprire la pattumiera dell’umido perché potrebbero svoltare la vostra serata facendovi fare un figurone col partner o con gli amici che avete invitato a cena. Questi sono solo alcuni degli ingredienti raccolti nel ricettario. Un piccolo prontuario per riutilizzare a tavola gli avanzi del giorno prima, o per coinvolgere nei vostri piatti anche quelle parti degli ortaggi che, di solito, si buttano via. Il tutto con un tocco da gourmet, che indubbiamente fa la differenza.

un-pasto-al-giorno-07

Qualche dato sullo spreco

Negli anni della grande crisi, è proprio sul cibo che si gioca il più grande paradosso sociale dei nostri tempi: mentre l’Istat calcola a 4 milioni e mezzo i cittadini italiani in stato di povertà, la Coldiretti quantifica a 12,5miliardi il valore degli sprechi alimentari all’anno, di cui il 54% proveniente proprio dal consumo, il 15% dalla ristorazione, l’8% dall’agricoltura e il 2% dalla trasformazione. Solidarietà e responsabilità, dunque, sono le parole-chiave per riequilibrare questo sbilanciamento, creando così una nuova cultura del riutilizzo.

“Anche attraverso il cibo si realizza la dignità dell’uomo”, afferma Giovanni Ramonda, responsabile generale della APG23 “perché significa affermare e rispettare il diritto al cibo: uno dei diritti umani fondamentali. L’eccedenza, la facilità di ‘buttar via’ infatti, è sinonimo di indifferenze ed insensibilità, gli stessi atteggiamenti che portano all’emarginazione degli ‘ultimi’, lasciati soli ad affrontare i problemi e le difficoltà della vita. Il nostro ‘pacco di pasta’, dunque, vuol essere il simbolo di un nuovo patto sociale, che consente di accrescere se stessi aiutando gli altri”.

un-pasto-al-giorno-03

Grazie al ricavato dell’offerta libera,  permetterà all’Apg23 di aiutare gli oltre 41mila utenti di oltre 600 realtà di accoglienza distribuite 38 paesi del mondo. Ma l’iniziativa vuol essere anche una efficace campagna per “lottare contro la fame piatto dopo piatto”.

L’iniziativa social e le info

Gli organizzatori rendono noto che chi volesse partecipare all’iniziativa collaterale per la divulgazione sul web potrà scattare una fotografia e postarla su Facebook o Instagram utilizzando l’hashtag ufficiale dell’evento: #unpastoalgiorno2016: un ulteriore strumento per fare passaparola in rete e raccogliere fondi per i progetti portati avanti dalla Comunità.

Per maggiori informazioni sull’iniziativa consultare il sito www.unpastoalgiorno.org

[Photo Credits: https://unpastoalgiorno.apg23.org/]

Lorenzo Vinci

Commenti
Articoli correlati