Zafferano Rosso Carminio: l’Oro degli Dei che nasce nel Gargano

Zafferano Rosso Carminio: l’Oro degli Dei che nasce nel Gargano
Nell'incanto del Parco Nazionale del Gargano un'azienda agricola che coltiva e raccoglie a mano il pregiato zafferano.

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Zafferano Rosso Carminio®  è il marchio registrato dell’Azienda Agricola Martino Francesca che, tra le colline del caratteristico Parco Nazionale del Gargano, a San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia, è specializzata nella coltivazione del prezioso oro giallo, lo zafferano.

L’azienda

L’Azienda Agricola Martino Francesca si trova in una parte del territorio pugliese caratterizzata da fortissima vocazione turistica, dal punto di vista paesaggistico e storico, ovvero il Parco Nazionale del Gargano, polmone verde della regione. Qui, nella zona del Pantano di Sant’Egidio, antico lago oggi non più esistente che ha lasciato spazio al sorgere di insediamenti agricoli su questo territorio, è nata e a poco a poco cresciuta la voglia di Francesca di iniziare la coltivazione della pregiata spezia, delicata e preziosa allo stesso tempo, in quanto frutto di un complesso processo di lavorazione dei fiori del Crocus Sativus, pianta erbacea della famiglia delle Iridaceae. I fiori dal colore viola intenso dai cui stigmi si ottiene infatti lo zafferano Rosso Carminio sono raccolti ad Ottobre, a mano, al sorgere del sole, poi essiccati durante lo stesso giorno, così da preservare le qualità e le caratteristiche del fiore.

zafferano-rosso-carminio-03

La filosofia produttiva e il territorio

zafferano-rosso-carminio-05Lo Zafferano Rosso Carminio è il frutto di un’agricoltura che rispetta l’ambiente e l’ecosistema, ovvero un’agricoltura sostenibile, che permette di salvaguardare le proprietà benefiche della preziosa spezia in quanto prevede l’impiego di concimi naturali. Coltivato sin dai tempi più antichi praticamente dappertutto, sia in Italia che all’estero, apprezzato nelle cucine di tutto il mondo, il cosiddetto “Oro degli Dei” non è uguale ovunque e subisce le influenze delle diverse caratteristiche del terreno e del clima della zona in cui è prodotto, oltre che della metodologia di lavorazione, sempre artigianale: così le qualità organolettiche dello zafferano Rosso Carminio del Gargano – unico e inimitabile nel proprio genere nell’intera Montagna del Sole – lo rendono distinguibile da altri. L’azienda Agricola Martino Francesca porta avanti una filosofia produttiva che prevede la rotazione annuale dei terreni in cui viene coltivato il Crocus Sativus, processo che salvaguardia le risorse della pianta e impedisce l’impoverimento del terreno. La raccolta manuale dei fiori è tra le fasi più delicate per la produzione dello zafferano: inizia ad Ottobre e dura circa 25 giorni, segue l’essicazione degli stigmi all’interno di appositi essiccatori, previa mondatura. Il tutto è svolto necessariamente nell’arco della giornata. Gli stigmi sono poi confezionati manualmente nei vasetti di vetro, un packaging che protegge i pistilli. La coltivazione dello zafferano necessita di una manodopera complicata che richiede tanto tempo e pazienza umana ma che regala un prodotto d’eccellenza.

I prodotti Zafferano Rosso Carminio

zafferano-rosso-carminio-07La capacità innata dello zafferano Rosso Carminio di arricchire le più svariate ricette che vanno dai risotti ai secondi piatti a base di carne bianche e pesce, fino alle verdure e ai dolci, è attribuibile alla presenza nella spezia di circa 150 sostanze aromatiche volatili, che regalano alle preparazioni un piacevole colore rosso vivo ed un sapore pieno e rotondo. Lo zafferano è inoltre ricco di carotenoidi, una proprietà che rende questa spezia antiossidante e utile nella lotta ai radicali liberi, oltre che nella prevenzione di malattie cardiovascolari. Lo zafferano in pistilli Rosso Carminio va stemperato prima di essere aggiunto alle ricette attraverso l’infusione dello stesso in una tazzina con acqua calda. Trascorse alcune ore, è possibile unirlo alle preparazioni senza mai portarlo prima a cottura, in modo che tutto il profumo e il sapore della spezia siano lentamente rilasciati nelle ricette.

 

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Commenti
Articoli correlati