Strangozzi: la cucina umbra di un tempo

Strangozzi: la cucina umbra di un tempo

3/5

La pasta umbra lunga e ruvida, ottima con il tartufo, i funghi e altri condimenti deliziosi.

Da non confondere con tagliatelle, fettuccine o spaghetti, gli strangozzi sono una pasta lunga spessa, dalla superficie ruvida, preparata con farina di grano tenero, acqua e sale, caratteristica del territorio di Foligno e Spoleto, in Umbria, ma diffusi in tutta Italia.

Ogni regione ha un suo modo di chiamarli: stringozzi, strengozzi, strongozzi, a Perugia vengono nominati umbricelli, mentre in provincia di Terni sono conosciuti come ciriole o manfricoli.

Questa particolare pasta è riconosciuta come prodotto agroalimentare tradizionale.

Semplici, sobri e più leggeri rispetto alle tagliatelle perché privi di uova, essi rappresentano la cucina umbra di un tempo.

Caratteristiche:

Gli strangozzi vengono creati a mano stendendo una sfoglia, spessa tra i 2 e i 4 mm.

La sfoglia è poi tagliata a strisce larghe circa 4 mm e lunghe circa 30 cm. Il prodotto viene confezionato ammatassato nella tipica forma ad 8.

Strangozzi

Storia-Etimologia:

Il suo nome deriva dalle stringhe di cuoio utilizzate per strangolare i preti come rivolta e movimento anticlericale contro lo Stato Pontificio dell’epoca.

Molti confondono irroneamente gli strangozzi con gli strozzapreti.  I secondi, però, sono una pasta corta a forma di grossi cannelli, e il nome deriva dal fatto che essi, amati tanto dai preti, venivano mangiati quasi a sfinimento.

Un’ altra leggenda narra che Federico Barbarossa, durante una sua sosta presso il Castello di Pissignano, apprezzò così tanto un piatto di Strangozzi al tartufo che decise di abbandonare il saccheggio delle terre di Foligno e Spoleto.

Condimenti per gli strangozzi:

Questo tipo di pasta, dalla consistenza rugusa, permette un abbinamento a molti sughi e condimenti deliziosi.

Il piatto veniva inizialmente servito con un sugo di pomodoro piccante, i tipici strangozzi alla spolentina.

Oggigiorno gli strangozzi si accostano anche ai funghi porcini o sanguinelli, nonché agli asparagi, a fave e pancetta o salsiccia.

La ricetta più classica, però, è quella con il tartufo nero di Norcia.

strangozzi-con-fave

Ricetta degli strangozzi fatti in casa con il tipico condimento al tartufo nero:

Ingredienti per fare la pasta (4 persone):

  • 300 gr di farina
  • mezzo bicchiere d’acqua
  • sale

 

Preparazione degli strangozzi:

  1. Disporre la farina a fontana su una spianatoia.
  2. aggiungere al centro il sale e l’acqua e impastare per bene fino ad ottenere una pasta liscia ed elastica.
  3. Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e lasciare riposare per 30 minuti.
  4. Stendere la pasta a ca 2 mm e tagliare delle striscioline di tre mm.

 

Per il sugo:

Ingredienti:

  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • un’acciuga sotto sale
  • due spicchi di aglio
  • 50 gr di tartufo nero di Norcia

 

Preparazione:

  1. Fare rosolare gli spicchi di aglio in una padella con l’olio.
  2. Dopo che hanno preso colore toglierli e fare soffriggere l’acciuga.
  3. Spegnere la fiamma e aggiungere il tartufo tagliato a lamelle sottili
  4. Cuocere gli strangozzi in acqua bollente, salarli e scolarli nella padella con il condimento.
  5. Amalgamare il tutto e servire.

 

strangozzi-al-tartufo

Variante degli strangozzi alla spolentina:

Semplice e fresco, con ingredienti genuini, di umili origini, ma molto gustosi. Questo piatto della tradizione umbra, in particolare di Spoleto, si prepara con pomodori freschi, aglio, olio e prezzemolo.

Si fa rosolare l’aglio in una padella con un filo di olio, si aggiungono i pomodori e si aggiusta di sale (aggiungete un pizzico di zucchero per togliere l’eventuale acidità della polpa di pomodoro). Cuocere il sughetto per circa 10/15 minuti .

Dopo aver cotto gli strangozzi in abbondante acqua bollente, scolarli direttamente nella padella con il pomodoro, amalgamare bene il tutto e servire con una spolverata di prezzemolo.

strangozzi-spoletina

[Photo credits: ©dueamicheincucina.ifood.it,

©saperesapori.it, ©fortunatiantonio.it]

Le migliori ricette con gli strangozzi scelte da noi:

Strangozzi al tartufo nero di Norcia di Spirito italiano

Strangozzi alla norcina di Panna zucchero e farina

Strangozzi con ragù rustico di salsiccia e pecorino di A casa di Ross

Strangozzi con fave pecorino e guanciale di Due amiche in cucina

Commenti
Articoli correlati