Elba Bianco Doc: un vino armonioso che si abbina perfettamente con la cucina di mare isolana

Elba Bianco Doc: un vino armonioso che si abbina perfettamente con la cucina di mare isolana

3/5

Un vino armonioso, con belle note fruttate, che si abbina perfettamente con la cucina di mare dell'isola.

di Alessio Turazza, sommelier e giornalista

Storia, zona di produzione e territorio:

L’Isola d’Elba è una delle zone della Toscana che può vantare origini antichissime nel campo della viticoltura, che risalgono al periodo etrusco e poi romano. Una tradizione che non si è mai interrotta fino alla crisi di fine ‘800 causata dalla diffusione della fillossera. Nel secondo dopoguerra, il progressivo sviluppo del turismo ha condotto a un abbandono delle campagne e delle vigne. Si è così passati dai 5.000 ettari vitati nell’800, agli attuali 300.

Un processo che ha però avuto come conseguenza un innalzamento del valore qualitativo dei vini, che oggi rappresentano una delle eccellenze all’interno del vasto e variegato panorama enologico della Toscana. Le vigne sono coltivate soprattutto nelle zone interne collinari e possono godere di un clima mediterraneo, sempre ventilato e reso mite dalle brezze del mar Tirreno. I suoli sono molto vari, spesso ricchi di scheletro, con presenza di molti minerali, soprattutto d’origine ferrosa.

elba

I NOSTRI PRODOTTI

La Bottega gastronomica dei piccoli produttori italiani

  • Salame al Montepulciano d'Abruzzo DOC 480g. ca

    Salame al Montepulciano d

    10,88 €

  • Polpo di Anzio in salamoia

    Polpo di Anzio in salamoi

    19,90 €

  • Parmigiano Reggiano  Dop 36 mesi 350g ca.

    Parmigiano Reggiano Dop

    12,50 €

  • Melanzane in olio evo

    Melanzane in olio evo

    5,06 €

  • Succo e Polpa di Pera 720ml

    Succo e Polpa di Pera 720

    3,95 €

  • Trofiette

    Trofiette

    3,96 €

  • Zafferano dell'Aquila - Confezione lusso

    Zafferano dell'Aquila - C

    34,63 €

  • Crescia Sfogliata di Urbino 450g (3 pz)

    Crescia Sfogliata di Urbi

    6,90 €

  • Carciofini alla brace

    Carciofini alla brace

    9,90 €

  • Composta di Lamponi in purezza

    Composta di Lamponi in pu

    6,90 €

  • Patè di Olive Taggiasche 180g

    Patè di Olive Taggiasche

    6,20 €

  • Polpa di Riccio di Mare 70g

    Polpa di Riccio di Mare 7

    12,90 €

  • Gin

    Gin

    38,00 €

  • Funghi porcini in olio extra vergine di oliva

    Funghi porcini in olio ex

    14,95 €

  • Pecorino Papavero 500g ca.

    Pecorino Papavero 500g ca

    14,90 €

Il vitigno, le caratteristiche:

L’Elba Bianco Doc è prodotto con alcuni vitigni tipici del territorio toscano: il trebbiano toscano o procanico, l’ansonica e il vermentino.

Il trebbiano toscano è la varietà a bacca bianca più diffusa in Toscana. E’ un vitigno molto produttivo e vigoroso, che regala grappoli grandi da cui si ottiene un vino dal profilo aromatico piuttosto neutro ma ricco d’acidità.

elba3

L’ansonica o inzolia è un vitigno originario della Sicilia, ma è coltivato da secoli anche nelle isole dell’arcipelago Toscano, in particolare Elba e Giglio e lungo la costa dell’Argentario. Produce grappoli con acini dal bel colore giallo oro, con riflessi ambrati. Il vino prodotto con ansonica in purezza è armonioso, leggermente aromatico, con acidità sempre equilibrata.

Il vermentino è un vitigno tipicamente mediterraneo e isolano. E’ presente in Corsica, Sardegna, nelle isole dell’arcipelago Toscano, in Liguria e lungo la costa toscana. E’ un vitigno che ama il sole, il clima arso e ventoso. L’Elba Bianco Doc è un vino armonioso, con belle note fruttate, che si abbina perfettamente con la cucina di mare isolana.

vino_uva_calice_bianco

La Denominazione:

I vini dell’Isola d’Elba sono stati riconosciuti con la Denominazione d’Origine Controllata fin dal 1967. La zona di produzione comprende tutto il territorio dell’isola d’Elba. Per quanto riguarda la produzione dei vini bianchi, anche nelle versioni Spumante e Vin Santo, il disciplinare prevede l’utilizzo di trebbiano toscano dal 10-70%, ansonica e/o vermentino dal 10-70%.

Possono concorrere altri vitigni autorizzati nella Regione Toscana con uve a bacca bianca per un massimo del 30%. Per quanto riguarda il bianco passito, è richiesto l’utilizzo di ansonica, moscato, trebbiano toscano, vermentino da soli o congiuntamente per almeno il 70%, possono concorrere altri vitigni con uve a bacca bianca autorizzati nella Regione Toscana per un massimo del 30%.

elba4

Si può indicare in etichetta il nome del vitigno: ansonica (anche passito), trebbiano toscano, vermentino e moscato passito se il vino è prodotto con almeno 85% del vitigno menzionato. Il titolo alcolometrico minimo deve essere di 10,00% per la tipologia Bianco Spumante, di 10,50%  per le tipologie Bianco e Vin Santo,  di 11,00% per le tipologie Ansonica, Vermentino e Trebbiano Toscano.

Temperatura di servizio e abbinamenti:

L’Elba Bianco DOC si serve a una temperatura di 8/10 °C. A tavola trova i migliori abbinamenti con antipasti e primi piatti di mare, pesci al forno e alla griglia.

elba2

 

Commenti
Articoli correlati